Un buon Bra, ma il pari con la capolista sta stretto

I giallorossi in vantaggio con Montante raggiunti dalla Caronnese al 90’: 1-1

L’allenatore del Bra Fabrizio Daidola (Francesco Nigro)


Pubblicato il 13/01/2018
Ultima modifica il 13/01/2018 alle ore 20:30
BRA

Contro la Caronnese, in vantaggio al 19’ grazie alla precisa incornata di capitan Montante sul cross di Beltrame e dopo avere sciupato in contropiede numerose chance per raddoppiare, il Bra viene beffato al 90’ dal neo entrato Bamba e deve accontentarsi di un pari che va sicuramente stretto ai giallorossi di mister Daidola. Complice il «ko» del Gozzano (clamoroso 3-4 casalingo ad opera del Pavia), i rossoblù varesini, migliore attacco e difesa meno battuta del girone, conquistano il primato solitario nel campionato di serie D di calcio. 

Il Bra (senza Ghione Mainardi, Bettati e Besuzzo; l’acciaccato Rossi è in panchina) parte deciso e costringe i difensori ospiti a interventi fallosi in serie. Al 17’ Beltrame reclama invano il rigore dopo una trattenuta in area che dalla tribuna sembra evidente; poi, lo stesso Beltrame «scodella» un preciso traversone per Montante, che di testa non dà scampo a Gionta: 1-0. In contropiede, prima Spadafora (grande percussione di Brancato) e Gasbarroni, ispirato da Gili Borghet, non inquadrano la porta da posizione favorevole. A fine primo tempo, la Caronnese colleziona tre corner di fila, ma Barale e compagni fanno buona guardia. 

Dopo l’intervallo, Roveda impegna Bonofiglio, che si salva con i pugni. Con l’ingresso dell’atleta ivoriano Bamba, la squadra di Aldo Monza prova a mettere più pressione al Bra, che ha il demerito di non sfruttare il contropiede. Gionta si oppone con bravura sul tiro di Montante, poi Gasbarroni e Beltrame non finalizzano un paio di situazioni favorevoli. Col passare dei minuti il Bra arretra il baricentro. Un lungo lancio dalle retrovie mette Rolando a tu per tu con Bonofiglio, ma il numero 10 lombardo spedisce clamorosamente sul fondo. A 30’’ dallo scadere del tempo regolamentare, un rimpallo favorisce l’inserimento in area di Bamba, che con un velenoso diagonale trafigge Bonofiglio e sigla il definitivo 1-1. «Buona prova, nonostante le tante defezioni, però 2 punti sicuramente persi - commenta il tecnico giallorosso Fabrizio Daidola -; sono mancate lucidità e cattiveria per chiudere il match e siamo stati puniti». Nel turno infrasettimanale di mercoledì, il Bra giocherà, dalle 14,30, allo stadio «Ferruccio» di Seregno. 

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi